Servizi Segreti Intelligence

Agenti segreti,notizie sul mondo dell'informazione,dell'intelligence,dello spionaggio,della politica internazionale e sicurezza nazionale.

Il Ministero della giustizia a chi intercetta: “Non vi paghiamo, non ci sono soldi”

Lunedì, 30 dicembre 2013 • Categoria: Intercettazioni

I tecnici che nelle indagini della magistratura si occupano delle intercettazioni, non vengono pagati con regolarità dal Ministero di Grazia e Giustizia. E quando ciò avviene, avviene in ritardo. C’è così tutto un settore imprenditoriale che soffre, arrivando sino alla chiusura di aziende con la conseguente perdita di posti di lavoro e di un bagaglio di competenze davvero notevoli. Una cosa del genere è successa alla Cogei Srl. Ovvero, alla Compagnia generale di investigazioni di Pero, in provincia di Milano, da qualche tempo in liquidazione perché dal Ministero vanta un credito di oltre 630 mila euro.

Si sono così trovati senza occupazione una decina di dipendenti. Pur curando per diverse procure del territorio nazionale il noleggio e l’installazione di sofisticate apparecchiature per intercettazioni ambientali e telefoniche, l’azienda ha stentato a ricevere il giusto compenso. Nel 2011 è stato così emesso dal Tribunale di Milano un decreto ingiuntivo ai danni del Ministero di Grazia e Giustizia, per un ammontare di 400 mila e 877 euro.

Continua a leggere "Il Ministero della giustizia a chi intercetta: “Non vi paghiamo, non ci sono soldi” "

4303 hits


Spionaggio e privacy: attenzione ora anche i sassi ti osservano

Venerdì, 15 novembre 2013 • Categoria: Intelligence
Dopo essere stati spiati tramite intercettazioni di messaggi e telefonate, ora sono arrivate anche le sonde occultate nei sassi. Possiamo essere sorvegliati anche se non utilizziamo il nostro telefono cellulare, o se non navighiamo su internet. Ne sono a conoscenza anche "le pietre" progettate dall'azienda Lockheed Martin che produce i caccia F-35 e gli elicotteri utilizzati dal Presidente degli Stati Uniti Barack Obama. "La pietra" in questione e' dotata di alcuni sensori che stanno sul palmo di una mano, sono progettati per attivarsi al passaggio di una persona tramite sensore, ed inviano un segnale ad un drone o ad una telecamera che si trova nei paraggi.

Nascosti in sassi finti o addirittura sotterrati, queste microspie del sistema SPAN (acronimo di Self-Powered Ad-hoc Network) operano come dei veri "controllori" che vedono ed inviano un segnale, della nostra presenza, al centro di controllo più vicino, gestito da soldati.

Continua a leggere "Spionaggio e privacy: attenzione ora anche i sassi ti osservano"

1838 hits


Una tenda anti-cimici. Così Obama si difende dalle spie

Martedì, 12 novembre 2013 • Categoria: Controspionaggio
Barack Obama è sicuramente l'uomo che di spie se ne intende.Non ci voleva lo scandalo del Datagate per capirlo. Da anni viaggia sempre con una tenda anti intercettazione da microspie all'interno del suo bagaglio di viaggio: una specie di tenda da campeggio, che ha una stoffa particolare per isolare e proteggere le proprie comunicazioni e colloqui sensibili da orecchie e occhi indiscreti. Molto simile a quella rinvenuta e subito smantellata, sull'ultimo piano dell'ambasciata britannica a Berlino, e che ha fatto finire Londra nell'occhio del ciclone della Cancelliera Angela Merkel.

La tenda "anti microspie" è corredata di un apparato denominato "generatore di rumore bianco" che praticamente genera un rumore di sottofondo impedendo alla microspie e micro registratori vocali di trasmettere o registrare la conversazione che avviene all'interno della tenda. 

Continua a leggere "Una tenda anti-cimici. Così Obama si difende dalle spie"

2201 hits


Spionaggio, svelata la base segreta per le intercettazioni nel Mediterraneo

Mercoledì, 6 novembre 2013 • Categoria: Servizi Segreti
Una base segreta per spiare tutte le comunicazioni che attraversano il Mediterraneo, creata dai servizi segreti britannici e gestita in accordo con quelli americani. Una struttura top secret che “l'Espresso” è in grado di rivelare grazie a un lavoro di giornalismo investigativo condotto con il quotidiano tedesco “Sueddeutsche Zeitung”, quello greco “Ta Nea” e la televisione greca “Alpha TV”. Si trova a Cipro, nella posizione migliore per tenere sotto controllo i rapporti tra Europa e Paesi Arabi. Il grande orecchio della rete di sorveglianza di massa rivelata da Edward Snowden è ad Ayios Nikolaos, a poca distanza dalla linea verde che divide la zona occupata dai turchi dal resto dell'isola: a una manciata di chilometri c'è l'antica Famagosta, capitale veneziana di Cipro.

Le immagini di Google Earth  mostrano una serie di fabbricati accanto alle piste di un aeroporto militare ormai in disuso. Spiccano le parabole dei satelliti ma soprattutto una grande antenna circolare, destinata a intercettare tutti i segnali radio in una larga area. Lo spionaggio condotto da quella struttura non riguarda però soltanto le trasmissione nell'etere: qui c'è anche il fulcro del monitoraggio di tutti i dati – conversazioni, mail, traffico Internet – che si muovono lungo i cavi sottomarini posizionati nel Mediterraneo.

Continua a leggere "Spionaggio, svelata la base segreta per le intercettazioni nel Mediterraneo "

1831 hits


John McAfee punta alla lotta contro lo spionaggio

Martedì, 5 novembre 2013 • Categoria: Intercettazioni
Con il nuovo apparato promette di impedire l'accesso ai dati riservati degli utenti da parte della National Security Agency. Questo è il progetto di John McAfee, esperto informatico ed imprenditore statunitense, divenuto famoso per aver creato l'omonimo antivirus.

Per il momento "D-Central", il nome dell'apparato, è soltanto un prototipo, ma molto presto potrebbe essere immesso nel mercato. L'apparato dovrebbe essere in grado di creare delle reti di protezione intorno a dei piccoli network in modo di renderli inattaccabili ai controlli della NSA; sarà possibile integrarlo a smartphone, tablet e notebook per consentire agli utenti di dialogare tra loro tramite i diversi supporti.

Continua a leggere "John McAfee punta alla lotta contro lo spionaggio"

1506 hits


Prism vs Sorm: Internet e la guerra dei Grandi Fratelli

Giovedì, 24 ottobre 2013 • Categoria: Sorveglianza informatica
Le recenti rivelazioni di The Guardian sulle misure di sorveglianza adottate dalla Russia per garantire la sicurezza delle Olimpiadi invernali di Sochi richiamano alla mente i sistemi spionistici usati dalla National Security Agency (Nsa) statunitense.

Sistemi rivelati da Edward Snowden, che, ironia della storia, ha trovato asilo politico temporaneo proprio a Mosca. A un’analisi più approfondita però emergono 2 concezioni geopolitiche diverse sulla sorveglianza di Internet che stanno alla base degli apparati di intelligence elettronica rispettivamente statunitense e russo.

Se gli Usa hanno l’ambizione di mettere sotto controllo l’intero sistema di comunicazione globale, arrivando a spiare i flussi comunicativi all’interno di singoli paesi (le ultime rivelazioni riguardano la Francia e il Messico), la Russia ha apparentemente obiettivi più modesti, volti soprattutto a tenere sotto controllo la propria popolazione e quelle degli Stati nati dalla dissoluzione dell’ex Unione Sovietica - il cosiddetto “estero vicino”.

Continua a leggere "Prism vs Sorm: Internet e la guerra dei Grandi Fratelli"

1758 hits


Pc e smartphone a rischio, l'esperto di controspionaggio: "Connettetevi ad Internet solo quando necessario"

Giovedì, 17 ottobre 2013 • Categoria: Controspionaggio
E’ da qualche tempo che sul Web non si sente più parlare di sicurezza informatica. Un tempo gli allarmi virus erano all’ordine del giorno, mentre oggi sembra quasi di vivere una Rete idealmente sicura, dove gli hacker sono soltanto una lontana e sbiadita minaccia incapace di spaventare e creare danni. Ma è realmente così? Abbiamo intervistato Francesco Polimeni, esperto di controspionaggio (proveniente dai reparti della Polizia di Stato) e amministratore di Spiare.com, società leader in Italia nello sviluppo di tecnologie anti intercettazione, che opera nel settore da oltre 15 anni.

I malware non rappresentano più una minaccia, si sono “estinti” oppure il bersaglio degli hacker è semplicemente cambiato?
"I virus informatici esistono eccome, forse sono anche più numerosi di prima. Attualmente sono in crescita gli attacchi hacker per furti online e violazioni dei sistemi informatici. In prima posizione ci sono le attività del cyber crimine (75%), attacchi che hanno come obiettivo l'arricchimento veloce. Tra tutti gli episodi, il 37% tratta soggetti che frequentano l'ambito finanziario ed il 24% attività commerciali e ristoranti. Il target sono i dati delle carte di credito dei clienti. In forte crescita è il fenomeno dello spionaggio industriale, con attacchi mirati a fabbriche e società di servizi (statistiche del Data Breach Investigations Report). La lotta al cyber-crimine è poco esaltante. Il 66% degli attacchi sono scoperti dopo alcuni mesi. In forte calo gli episodi di furti di dati per finalità "politiche" dagli hacktivist, ciò spiega il cambio di strategia operato dagli hacker, i quali orientano la loro attività su azioni dimostrative e sugli oscuramenti dei siti web. Il vero cambio di rotta è quello del Cyber Warfare, "guerra informatica" tra varie nazioni, che sta vivendo una vera escalation".

Continua a leggere "Pc e smartphone a rischio, l'esperto di controspionaggio: "Connettetevi ad Internet solo quando necessario""

3882 hits


Uno su tre spia le mail del partner. "Colpa delle password poco sicure"

Venerdì, 4 ottobre 2013 • Categoria: Sorveglianza informatica
QUASI una persona su tre ha spiato almeno una volta la posta elettronica del proprio partner. Colpa di una password poco sicura o abbandonata su un post-it accanto al computer. Gli italiani lasciano ancora troppe porte aperte nelle stanze della loro vita digitale. Mail, documenti e informazioni restano così in balia di sguardi indiscreti. E' questo il quadro che emerge da uno studio commissionato da Google a Opinion Matters, realizzato su un campione di 2.000 persone in Italia, nel periodo compreso fra il 6 e il 19 giugno 2013. La sicurezza delle password è il principale problema quando si parla di segretezza dei documenti informatici.

Il 10% degli utenti sceglie il nome del proprio cane o gatto come password, mentre l'8% usa ancora la  parola 'password'. C'è chi poi rischia ancora di più, come quel 6% di persone che lascia la password appuntata su un post-it attaccato alla scrivania. Il 13% degli italiani dichiara di essere entrato in un account altrui indovinandone la password o approfittando del mancato log-out da una sessione attiva. 

Continua a leggere "Uno su tre spia le mail del partner. "Colpa delle password poco sicure" "

1612 hits


Un’azienda italiana a servizio dell’Fbi

Lunedì, 12 agosto 2013 • Categoria: Sorveglianza informatica
La notizia è di quelle da brividi, tale da provocare sgomento, quasi imbarazzo: la nostra vita privata, già minata negli ultimi anni dai social network e quant’altro (per scelta nostra, intendiamoci), sembra aver raggiunto l’epilogo. Fonte il Wall Street Journal. Da quanto emerso dalle inchieste seguite al datagate dell’ NSA, l’FBI parrebbe essere in grado di controllare da remoto smartphone e notebook Android, riuscendo ad attivare microfoni e fotocamere. Questo “grazie” ad un malware capace di installarsi sui nostri dispositivi semplicemente tramite link ed allegati inviati per mail, i quali, una volta aperti, rendono l’apparecchio una vera e propria “cimice”.

Continua a leggere "Un’azienda italiana a servizio dell’Fbi "

3148 hits


L'America spia? Deutsche Telekom lancia la mail sicura «Made in Germany». Viaggerà solo su server interni

Venerdì, 9 agosto 2013 • Categoria: Intercettazioni
L'America spia? Deutsche Telekom lancia la mail sicura «Made in Germany»

Gli americani ci spiano? Allora utilizziamo solo mail Made in Germany. L'invito - rivolto ai milioni di tedeschi indignati per le notizie diffuse dall'ex dipendente della National Security Agency (Nsa), Edward Snowden, che dimostrerebbero l'attività di spionaggio globale da parte degli Stati Uniti - arriva da Deutsche Telekom, il primo operatore di telecomunicazioni tedesco, che annuncia: da venerdì il traffico di mail passerà esclusivamente attraverso server interni con la nuova "E-mail made in Germany".

La notizia secondo cui gli americani accedono anche a messaggi di cittadini privati ha riempito i giornali e i siti tedeschi per settimane. La bomba Snowden sarà all'ordine del giorno anche al G20 di settembre. Ma soprattutto si è trasformata in una grana anche per la cancelliera uscente Angela Merkel, ora che le elezioni si avvicinano (i tedeschi andranno alle urne il prossimo 22 settembre). 

Continua a leggere "L'America spia? Deutsche Telekom lancia la mail sicura «Made in Germany». Viaggerà solo su server interni"

1949 hits


Paura per la privacy? Arriva Hemlis, l’app che cripta i messaggi

Giovedì, 11 luglio 2013 • Categoria: Sistemi Crypto

Lo scandalo del Datagate, ovvero dell’abitudine dei servizi segreti americani di spiare account, contenuti, conversazioni, immagini e quant’altro circoli in Rete, ha posto prepotentemente l’accento sul concetto di privacy. Come evitare che l’occhio vigile del Grande Fratello di turno spii l’enorme quantità di informazioni che ognuno, volente o nolente, diffonde ogni giorno attraverso i nuovi mezzi di comunicazione di massa? Se criptare una telefonata appare al momento impossibile per i comuni mortali, lo stesso non si può dire per email, sms, e messaggistica istantanea.

Continua a leggere "Paura per la privacy? Arriva Hemlis, l’app che cripta i messaggi"

1964 hits


Datagate: ecco come si spia

Lunedì, 8 luglio 2013 • Categoria: Intercettazioni
Ogni qualvolta mandiamo un’email, i dati vengono gestiti da un server locale, attraverso reti in fibra ottica. Su queste dorsali ormai transita di tutto, persino le chiamate effettuate dai normali telefoni. C’è poi un’altra grande risorsa creata per altri scopi che può, tuttavia, essere utilizzata anche per effettuare intercettazioni ambientali (audio ma volendo anche video). Considerata molto preziosa, perché a prova di bonifica ambientale (la ricerca di microspie in un determinato luogo): la rete elettrica.

Basta andare sul sito internet di un negozio specializzato online di buon livello per trovare congegni molto sofisticati (di produzione russa o meglio ancora inglese), che con diverse centinaia di euro consentono di ascoltare o vedere cosa succede in una stanza. In commercio ne esitono di diversi tipi e soprattutto forme. Sono liberamente in vendita, perché semmai è vietato l’uso che l’acquirente può farne, non l’acquisto o il semplice possesso. 

Continua a leggere "Datagate: ecco come si spia"

1788 hits


Rilevatore di Microspie GSM 2G /3G/ 4G Wifi /Bluetooth

Lunedì, 24 giugno 2013 • Categoria: Controspionaggio
Il MAC-501 Rilevatore Attività Cellulari è un rilevatore multibanda di cellulari portatile, pronto per l'ultma generazione di cellulari 4G (così come per gli standard esistenti 2G e 3G).
Microspie Digitali ed Analogiche portatile professionale

Il Rilevatore di Microspie GSM MAC-501 è progettato per rilevare e localizzare
le trasmissioni da microspie o altri dispositivi basati sulla rete cellulare inclusi i telefoni cellulari, PDA e Smartphone, localizzatori satellitari, dispositivi di ascolto GSM (microspie) e telecamere wireless nascoste 3G/4G.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI RILEVATORE DI MICROSPIE:

Rileva le frequenze GSM (2G), UMTS (3G), 4G (LTE) - oltre Wifi / Bluetooth e dispositivi 2,4 Ghz
Rileva Cellulari, Smartphone, localizzatori GPS, SMS, microspie GSM, 3G/4G Video, Bluetooth e dispositivi Wifi
Rileva fasce cellulari 800 MHz (4G), 900 MHz (2G), 1800 MHz (2G/4G), 2100 MHz (3G) 2600MHz (4G)
Individua la banda 2400 Mhz per Wifi / Bluetooth / video e altri dispositivi di ultima generazione

Continua a leggere "Rilevatore di Microspie GSM 2G /3G/ 4G Wifi /Bluetooth"

2029 hits


Servizi segreti, Aisi, Aise e Dis. Come funziona la nostra intelligence

Giovedì, 13 giugno 2013 • Categoria: Servizi Segreti
Con la riforma dei servizi segreti  – agosto 2007 governo Prodi – a vigilare sull’informazione e la sicurezza interna ed esterna ci sono l’Aisi e l’Aise: a capo della prima agenzia, dal giugno 2012, c’è il generale Arturo Esposito, 63 anni, napoletano, proveniente dall’Arma dei Carabinieri; a capo della seconda dal febbraio 2010 c’è il generale Adriano Santini, 65 anni, generale di corpo d’armata, già consigliere militare di Silvio Berlusconi. Il coordinamento tecnico-amministrativo spetta al Dipartimento informazioni per la Sicurezza; a guidare del Dis, nel maggio del 2012, l’ex premier Mario Monti scelse un diplomatico, già segretario Generale della Farnesina, Giampiero Massolo, 59 anni.

Continua a leggere "Servizi segreti, Aisi, Aise e Dis. Come funziona la nostra intelligence"

2188 hits


INTERCETTAZIONI, NUOVA LEGGE IN ARRIVO. “PRIVACY A RISCHIO, COLPA DEI COLOSSI WEB”

Martedì, 11 giugno 2013 • Categoria: Intercettazioni
«Nelle prossime settimane» il Garante privacy adotterà un «provvedimento generale» sulle intercettazioni «per indicare soluzioni idonee ad elevare lo standard di protezione dei dati trattati ed evitarne indebite divulgazioni». Lo annuncia il presidente Antonello Soro, auspicando anche una revisione del «codice dei giornalisti». Le intercettazioni, sottolinea Soro, sono una «risorsa investigativa fondamentale, insostituibile, che andrebbe gestita con molta cautela: per evitare fughe di notizie – che, oltre a danneggiare le indagini, rischiano di violare la dignità degli interessati – e per evitare quel ‘giornalismo di trascrizionè che finisce, oltretutto, per far scadere la qualità dell’informazione». E «proprio per favorire un giornalismo maturo e responsabile», il Garante intende anche «promuovere una riflessione sul possibile aggiornamento del codice dei giornalisti, al fine di coniugare al punto più alto diritto di cronaca e dignità della persona. Per tale obiettivo – sottolinea – questa potrebbe essere una strada meno divisiva e forse più concludente rispetto alle diverse ipotesi legislative tentate nella scorsa legislatura».

Continua a leggere "INTERCETTAZIONI, NUOVA LEGGE IN ARRIVO. “PRIVACY A RISCHIO, COLPA DEI COLOSSI WEB”"

1781 hits